Senza categoria

Trattamenti laser: ne parla la Dott.ssa Barbara Parolini

By 9 Marzo 2020 No Comments

Quando propongo il Laser come trattamento, i pazienti rimangono sempre un po’ spaventati. È comprensibile. Laser è associato all’idea di una luce che può tagliare, fondere, bruciare i tessuti.
Questa idea è vera per molti laser che hanno rivoluzionato il trattamento di svariate patologie in oculistica e permettono di salvare la vista a molti pazienti, sapendoli usare e dosare con grande esperienza.
Il laser per il trattamento della retinopatia diabetica, introdotto decine di anni fa, ancora oggi è un gold-standard di trattamento e preserva la salute degli occhi per molti anni.
Il laser per la pulizia del cristallino artificiale permette di ripristinare la vista degli occhi operati di cataratta, quando il cristallino si opacizza per quella che è nota come la “cataratta secondaria”.
Il laser ad eccimeri ha permesso di togliere gli occhiali a molti pazienti miopi e ipermetropi.
La tecnologia ha compiuto notevoli passi avanti nel settore laser e ci mette a disposizione una strumentazione molto sofisticata, poco nociva e con nuovi meccanismi di azione.
Il più nuovo è il Laser Micropulsato Sottosoglia, che consente di trattare i tessuti senza raggiungere la potenza di distruzione dei tessuti stessi. La sua è una azione di potenziamento della funzione, ossia stimola i tessuti colpiti a funzionare meglio e di più.
Si può usare per i pazienti diabetici in primis, ma anche per trattare le complicanze delle trombosi venose retiniche, la corioretinopatia sierosa centrale e tutte le raccolte di liquido che ristagna sotto la retina per situazioni anomale, come dopo alcuni distacchi di retina.
In fase di studio è anche l’uso del laser micropulsato per alcune fasi della maculopatia degenerativa legata all’età, in concomitanza delle iniezioni intravitreali.
Inoltre, non da ultimo, il laser micropulsato si può usare per i pazienti con il glaucoma, per diminuire la pressione dell’occhio.