fbpx
Senza categoria

IRIDE: A COSA SERVE?

By 30 Dicembre 2018 No Comments

IRIDE: A COSA SERVE?

La maggior parte delle persone sa che l’iride è, in modo molto semplicistico, la parte “colorata” del nostro occhio, e che al suo centro si trova la pupilla, un piccolo buchino dal diametro variabile da 2 a 8 mm.

Ma da cosa è formata l’iride? E che funzioni ha dal punto di vista anatomico?

IRIDE: COM’È FATTA

L’iride è una struttura circolare posta subito dietro la cornea e prima del cristallino. Ha un diametro di circa 12 mm ed è formata da 3 strati di tessuto sovrapposto:

  1. Endotelio: parte anteriore dell’iride, ossia la parte visibile e colorata;
  2. Stroma: parte intermedia, formata da un tessuto connettivo molto vascolarizzato e con tanti nervi. Qui è contenuto il muscolo che consente alla pupilla di restringersi;
  3. Epitelio: continuazione della retina, è composto da 2 foglietti colorati che compongono l’orlo pupillare interno.

L’iride può avere una colorazione chiara, dal blu al verde, o bruna, dal marrone al nero; molto dipende dalla quantità di pigmento.

IRIDE: A COSA SERVE

L’iride non ha solo una funzione estetica, ma svolge precisi compiti, tra cui:

  • Filtrare e dosare la quantità di luce che entra nei nostri occhi;
  • Regolare l’ampiezza della pupilla.

La pupilla si dilata e si restringe in base alla luce dell’ambiente circostante: quando c’è buio, l’iride fa sì che nell’occhio penetri più luce. Al contrario, quando l’ambiente è luminoso, la pupilla si restringe così da bloccare i raggi superflui.

IRIDE: LE POSSIBILI PATOLOGIE

L’iride è soggetta a diverse patologie. Tra le più comuni citiamo:

  • Coloboma: difetto congenito a causa del quale il soggetto è privo di una parte dell’iride. Questo difetto si sviluppa prima della nascita;
  • Irite: infiammazione dell’iride e dei corpi capillari;
  • Aniridia: assenza, completa o quasi, dell’iride in entrambi gli occhi. Si tratta di una malattia genetica ereditaria;
  • Iridociclite (o uveite anteriore): infezione oculare che coinvolge l’iride e il corpo ciliare;
  • Ifema: raccolta di sangue nella zona anteriore dell’occhio;
  • Policoria: iride in cui sono presenti più pupille. La policoria è di solito di tipo genetico, ma può anche essere causata da traumi.

Con la moderna chirurgia è possibile intervenire su più livelli, spesso in modo non invasivo o mini invasivo. Per ogni esigenza consulta gli esperti di Eyecare Clinic.