Maculopatia e Degenerazione Maculare

Che cos'è la Maculopatia?

La maculopatia è il danneggiamento della parte della retina denominata macula.

Cos'è la Degenerazione Maculare?

A volte, le delicate cellule della macula si danneggiano e non funzionano più come dovrebbero. In genere, questo fenomeno si verifica con l’avanzare dell’età, perciò questa malattia viene chiamata degenerazione maculare senile (Age-related Macular Degeneration, AMD). Raramente può colpire i giovani e, quando accade, è sotto forma di malattie, spesso ereditarie, dette distrofie maculari.

La degenerazione maculare senile può essere di 2 tipi: secca (atrofica) o essudativa (neovascolare o disciforme).

  • La maculopatia atrofica è la patologia più comune. La retina si assottiglia perché le cellule visive smettono di funzionare e scompaiono. Questa forma atrofica non è suscettibile di trattamento laser. Una certa percentuale di degenerazioni atrofiche diventa essudativa nel tempo. Per questo è utile monitorarne l’evoluzione.
  • Nella maculopatia essudativa compaiono dei vasi anomali che trasudano siero o sanguinano, stimolando poi la formazione di una cicatrice. La maculopatia essudativa può essere bloccata dal laser, ma solo se trattata precocemente, quando i vasi anomali da cui fuoriesce liquido non si trovano al centro della macula. I trattamenti laser possono essere ripetuti nel tempo nel caso di eventuali recidive.

La degenerazione maculare senile tende a coinvolgere entrambi gli occhi, anche se in tempi diversi. Una volta insorta la malattia in un occhio, la probabilità di avere un coinvolgimento dell’occhio controlaterale è circa il 30% entro 5 anni. Al momento non si conoscono né le cause della malattia né una cura definitiva, ma la ricerca continua, orientata alla messa a punto di nuove molecole. L’Unità di Oftalmologia e il Dipartimento di Ricerca e Sviluppo dell’Istituto Laser Microchirurgia Oculare, conducono osservazioni ed indagini specifiche in questo ambito. L’offerta terapeutica di Eyecare Clinic prevede cicli di iniezioni intravitreali il cui utilizzo permette di migliorare la visione danneggiata o di arrestarne il peggioramento, contrastando la crescita di nuovi vasi sanguigni a livello retinico.

Quali sono i sintomi?

La degenerazione maculare senile non dà dolore. Anzi, inizialmente il problema visivo può non essere notato, perché l’occhio sano lavora anche per l’occhio affetto da maculopatia.

I primi sintomi di solito sono costituiti da distorsione delle immagini (metamorfopsie), per cui gli oggetti appaiono deformati e/o rimpiccioliti. Se viene interessata la parte centrale della macula (fovea), si percepisce una macchia scura centrale, in corrispondenza della zona dove la visione non è più possibile. Per esempio, osservando un orologio, si vedrà la sua sagoma ma non l’ora indicata.

Questa evoluzione può verificarsi rapidamente o nell’arco di mesi. Per questo è consigliabile eseguire spesso il test della griglia di Amsler per monitorare la propria visione. Un controllo oculistico almeno annuale è comunque utile.

Trattamento Terapeutico

Prenota la tua visita